DecidiTorino

Indietro

Ampliamento del Parco Ruffini

Gregorio Gregorio  •  01/12/2017  •    8 commenti  • 

Buonasera,

leggo con piacere che in questi giorni sono stati finalmente avviati alcuni lavori di riqualificazione del Parco Ruffini. Colgo l'occasione per proporre l'ampliamento del parco tramite l'annessione al medesimo del distaccamento abbandonato della Caserma Cavour di Corso Brunelleschi, oggi parzialmente utilizzato per ospitare il CIE.

L'area è di proprietà del Demanio Militare, il Comune potrebbe aprire un tavolo per discutere la cessione alla Città, a titolo gratuito o a prezzo simbolico, in parte come compensazione alla presenza del CIE ma soprattutto perché l'area restante è completamente abbandonata a se stessa ed in preda alla vegetazione (ormai si può definire una "zona forestale").

Per migliorare la fruibilità pedonale del "nuovo parco" si potrebbe chiudere al traffico la carreggiata ovest di Corso Brunelleschi (tratto Corso Trattati di Roma - Via Monginevro, lasciando l'accesso carrabile ai pochi residenti) in questo modo la parte centrale del viale (tratto Corso Monte Cucco - Via Monginevro, già oggi pedonale/ciclabile) sarebbe perfettamente integrata nel parco. Contemporaneamente si potrebbe istituire il doppio senso di marcia nella carreggiata est. La perdita di posti auto potrebbe essere compensata creando nuovi parcheggi della zona pedonale oggi esistente, l'impatto sarebbe comunque minimo rispetto al complessivo incremento dell'area verde.

Non entro nel merito del CIE perché c'è già un dibattito aperto, l'eventuale chiusura (la vedo difficile) aumenterebbe ulteriormente la superficie del parco ma la permananza non la vedo ostativa alla realizzazione dell'opera nella restante parte dell'area.

Commenti (8)


È necessario iniziare la sessione o registrarsi per commentare.
  • M V Alberto Gazzaniga
    M V Alberto Gazzaniga  • 07/07/2018 18:26:50

    Probabilmente è una follia, ma per quale motivo non viene fatto un sottopasso per le auto?

      • Gregorio
        Gregorio  •  Autore  • 10/07/2018 20:22:58

        Buonasera Sig.Alberto, non è assolutamente una follia! Anzi, risolverebbe disagi legati al traffico in tutta l'area!
        Il problema è il parco stesso, purtroppo le aree verdi non sono considerate una risorsa ed eventuali opere ad esse funzionali ricevono sempre poca considerazione, anche se in questo caso sarebbero davvero utili, a prescindere da un eventuale ampliamento del parco.
        Sarebbe perfetto un sottopasso lungo C.so Siracusa che attraversi contemporaneamente C.so Rosselli, Via S.Paolo, C.so Tirreno e la ferrovia e/o un sottopasso lungo Via S.M.Mazzarello al posto dell'attuale ponte.

        Nessuna risposta
  • Mcbarros
    Mcbarros  • 02/01/2018 13:44:43

    Credo che non sia obbligatorio chiudere al traffico corso Brunelleschi per ampliare il Parco. Sarebbe ad esempio sufficiente una passerella come ve ne sono molte per collegare le aree e non interrompere alcun flusso da e verso corso Trapani. Penso che il progetto sia fattibile !

      • Gregorio
        Gregorio  •  Autore  • 08/02/2018 23:32:13

        La ringrazio Mcbarros, anche questa mi sembra una buona soluzione.
        A mio parere chiudere il corso sarebbe ottimale e in continuità con la storia del Parco Ruffini, nato proprio da pedonalizzazioni di strade urbane, ma condivido ugualmente il suo pensiero. Il recupero dell’area dopo anni di abbandono sarebbe già un gran bel risultato anche senza la chiusura di Corso Brunelleschi.

        Nessuna risposta
  • LuckTam
    LuckTam  • 19/12/2017 11:15:43

    Secondo me l'ampliamento del Parco con l'inclusione di quell'area, non supererebbe il 20-25% della dimensione attuale, con l'inconveniente della chiusura di corso Brunelleschi, che costringerebbe chi vuole raggiungere corso Trapani a passare per le già ora trafficate vie Lancia o Monginevro. I costi, sempre secondo me, di abbattimento dei muri di cinta attualmente esistenti, di costruzione del tratto per delimitare l'ampliamento rispetto al CIE e la bonifica/ricostruzione dell'area non giustificano i vantaggi.

      • Gregorio
        Gregorio  •  Autore  • 27/12/2017 10:52:43

        La ringrazio LuckTam, provo a rispondere ai punti da lei citati, sempre secondo il mio parere.
        Un ampliamento del 25% mi sembra comunque una dimensione importante.
        La chiusura del corso sarebbe ottimale per la piena fruibilità ma non è strettamente necessaria, si potrebbe per esempio costruire una pavimentazione rialzata per rallentare il traffico (come Viale Radich a Grugliasco).
        I costi di bonifica dovrebbero essere a carico di Ministero dell’Interno/Demanio Militare come compensazione ai disagi del CIE (dal 1999) e per aver mantenuto l’area nel degrado totale impedendone l’utilizzo al quartiere. Ci sono altri esempi in Italia di cessioni gratuite per strutture di valore superiore, in questo caso il costo comporterebbe solo l’abbattimento del muro e la sistemazione della vegetazione. So che recentemente è stato firmato un protocollo fra Comune e Demanio per il ripristino di zone militari dismesse ma fra le strutture citate non ho visto quest’area.

        Nessuna risposta
      • Gregorio
        Gregorio  •  Autore  • 27/12/2017 11:07:35

        Corso Brunelleschi converge comunque in Corso Trapani all'altezza della ferrovia, nell'eventualità di una chiusura il traffico potrebbe essere in parte deviato su Via Mazzarello ampliando Via Monginevro nel tratto perimetrale della caserma.
        Si potrebbe realizzare una corsia di svolta per senso di marcia liberando il centro della careggiata a corsie preferenziali per le linee 15 e 64 perennemente bloccate nelle ore di punta.

        Nessuna risposta