DecidiTorino

Indietro

Miglioramento coordinazione semaforica

Giovanni Patanè Giovanni Patanè  •  20/12/2017  •    7 commenti  • 

Girando per Torino ho notato come sia quasi impossibile, specie negli orari di maggior affollamento (entrata scuola/lavoro e relativa uscita), riuscire a trovare un’onda verde semaforica.

Si finisce fin troppo spesso a fare non più di 1 semaforo di fila e rifermarsi, se non addirittura rifermarsi ancor prima di passare il semaforo.

Trovo che Corso Orbassano, specie a Largo Orbassano, Corso Unione sovietica e Via Guido Reni siano decisamente deficitarie da questo punto di vista, oltre al fatto che per via delle lunghe code si finisce, quando si proviene dalle strade laterali, per fermarsi al centro dell’incrocio in modo anche pericoloso data la quantità di vetture che sono obbligate ad aspettare.

In prima battuta basterebbe allungare di un 20% la durata del verde ad ogni semaforo, si passerebbe meno tempo col motore al minimo ( punto motore meno performante per i sistemi di scarico moderni, quindi più inquinante) e si smaltirebbe decisamente meglio il traffico.

Nota a margine, oltre ad intervenire sui semafori, bisognerebbe cominciare a multare seriamente i guidatori beccati al cellulare al semaforo. Allo scattare del verde fin troppo spesso, girandosi, si vede gente giocare con lo smartphone, col risultato che le ripartenze, insieme ai semafori troppo veloce nelle transizioni, diventano il dramma che si vive al momento.

Commenti (7)


È necessario iniziare la sessione o registrarsi per commentare.
  • Voce_Silente
    Voce_Silente  • 20/12/2017 15:50:54

    Intanto che ci siamo dovremmo passare veramente al futuro: semafori gestiti da una centralina unica che si adatta al flusso delle strade.
    Intanto abbiamo sempre nuove telecamere ai semafoti, poi i navigatori sanno bene i punti di traffico.

    Se fosse un programma centrale a gestire i flussi sarebbe rivoluzionario.
    E vi assicuro che nin è fantascienza, e scienza.

    Nessuna risposta
  • Noel
    Noel  • 25/01/2018 21:15:49

    In questo periodo di blocchi del traffico sarebbe una manna dal cielo per l'aria che respiriamo.
    Pensate a tutte le accelerazioni di 20 auto in fila quante polveri sottili emettono. Capisco che non è facile coordinare i parecchi semafori che ci sono in ogni viale di Torino.
    Forse sono fortunato ma prendendo spesso corso regina praticamente dal cantro fino in tangenziale il rosso lo prendo solo 2/3 volte quindi l'onda verde esiste anche se per cavalcarla devo andare a ben più di 50 km/h.
    Cara sindaca ci rifletta, è un piccolo passo per rendere meno irrespirabile l'aria della nostra città.

    Nessuna risposta
  • Usa07358x
    Usa07358x  • 07/01/2018 11:50:21

    All'estero, esistono i semafori intelligenti, sono sempre rossi (fanno da deterrente al passare al volo in quanto non si sa se arriva una macchina dall'altro lato) e diventano verdi all'arrivo delle macchine mantenendo le priorità sul passaggio

    Nessuna risposta