DecidiTorino

Indietro

Roghi clandestini e giornalieri.

Riccardo Bianco Riccardo Bianco  •  20/12/2017  •    6 commenti  • 

Buongiorno a tutti.Con la presente vorrei aprire un dibattito sulla questione roghi clandestini e giornalieri ..

io proporrei più ispezioni attorno Torino anche in collina che è pieno di roghi di materie plasteiche e nessuno si è mai interessato alla questione...vogliamo cominciare  a capire come mai c'e'un aria come a Pechino?Grazie io monitoro il fenomeno dal 2004 con foto e quant'altro di roghi immensi ...vogliamo monitorare noi cittadinini documentando  con foto e delle prove?che i roghi esistono e che  sono troppi è ??????  Non è possibile che anche i contadini brucino i nylon serra senza che nessuno dica be e le foglie in collina come ovunque andrebbero compostate! Grazie a tutti.

Commenti (6)


È necessario iniziare la sessione o registrarsi per commentare.
  • Voce_Silente
    Voce_Silente  • 20/12/2017 15:36:12

    Devo nuovamente scusarmi, ma ho scoperto che se scrivi il testo superando un certo numero di parole non invia.

    Volevo continuare il discorso.
    Il problema del particolato è serio, ma ho fortissimi dubbi che il problema sia molto più complesso di stufe ed auto.

    Sarebbe veramente più utile vedere anche le altre sostanze tossiche che aumentano.
    Io sento subito quando l'aria è pessima, sono sensibile, e vi assicuro che mi sta dando seri problemi.
    Inoltre deve esserci qualcuno (non so se una ditta o qualche pazzo che brucia rifiuti) che brucia nella mia zona: ci son volte che apro la finestra o scendo in cortile e l'aria è chimica e tossica.
    L'aria ha odore, e quello non ha proprio nulla di naturale.
    E spesso succede a sera, quando fa buio.
    Sono almeno 10 anni che succede, e solo che tutti mi ficevano che era il concime dei campi poco distanti.
    Ora però succede adesso in pieno inverno.. Non è concime, è veleno bello e buono e non so da dove venga!

    Nessuna risposta
  • Voce_Silente
    Voce_Silente  • 20/12/2017 15:28:32

    Scusatemi, ho cliccato il pulsante pubblica intanto che volevo selezionare il testo sul cell.

    Dicevo, nei 2 giorni sucessivo è salito di più 20 e più 20.

    Mentre nella sessione precedente saliva di più 10 o più 5.
    Praticamente se prima ci mettevamo 5 giorni ad arrivare a 100, ora ci mettiamo 3 giorni.
    La domanda è: cosa fa salire più velocemente?
    Il riscaldamento perché fa molto freddo? Forse.
    Le auto perché siamo sotto natale? Dubito.

    Sarebbe utile analizzare dove si crea più velocemente il particolato, e fare un vero e proprio studio.

    E ancora devo citare un fatto: le sanziono per il superamento del particolato sono iniziate ben prima di accendere il riscaldamento a Torino.
    Inoltre metà Torino è coperta dal tele riscaldamento.
    Quando mi dicono che la causa sono le caldaie... Scusatecma mi sembra presa in giro.
    E lo stesso vale per le auto, perché ad agosto quando veramente c'è meno gente, la cappa di smog si vede.

    Nessuna risposta
  • Voce_Silente
    Voce_Silente  • 20/12/2017 15:09:38

    Vorrei aggiungere altre valutazioni al tema:

    Prima di tutto vorrei sollevare la questione che l'aria tossica (perché non parliamo solo delle Pa), potrebbe venire da fuori Torino: un giorno di circa 4 anni fa ho avuto modo di vedere bene dalle montagne di fronte Torino che al mattino tardo una nube di smog molto densa si presentava a nord di una Torino relativamente pulita, nel gito del primo pomeriggio e poi a sera, questa bella nuvolona era finita sopra Torino. E sembrava quindi creata sulla città. Ricordo anche che non c'era molto vento a livello del terreno.
    Quella mi è sembrata una prova abbastanza schiacciante di un problema.

    Poi vorrei far notare i dati dell'Arpa :
    http://www.arpa.piemonte.gov.it/approfondimenti/temi-ambientali/aria/aria/semaforo-qualita-dellaria-pm10

    Ora, nella tabella i giorni che non sono più presenti, ma nella sessione di inquinamento prima del 9 dic siamo passati da in livello di 35 a 20 numeri in più, e 40 numrti

      • Riccardo Bianco
        Riccardo Bianco  •  Autore  • 21/12/2017 07:32:13

        Io direi che si Arpa Piemonte invece di monitorare solo alcuni inquinanti soliti cominciasse a monitorare davvero cosa trovano non solo biossido di carbonio ecc ma diossine Ftalati ecc Bario ad esempio ecco facessero analisi più approfondite potremmo capire subito quale ne sia la causa ma se mi dicono abbia 100 di pm10 e basta si ma di cosa lè diossine ci sono perché se ci sono non sono né auto e ne riscaldamenti Grazie a tutti.

        Nessuna risposta