DecidiTorino

Indietro

biblietti GTT

GianCarlo Antonelli GianCarlo Antonelli  •  22/12/2017  •    12 commenti  • 

La città di NY (New York) ha un sistema molto semplice...... Si sale sul bus davanti e si bippa sotto gli occhi del controllore il biglietto.

 si scende solo dalle altre porte.

New York! 8,5 milioni di abitanti

Torino ne ha poco più di un decimo.... 

Non riesco veramente a comprendere perchè non si possa fare da domani, integrandolo col sistema bip

E sui bus potremmo togliere le obliteratrici attuali che sono spesso obsolete.... risparmiando spazio e denaro

Commenti (12)


È necessario iniziare la sessione o registrarsi per commentare.
  • Voce_Silente
    Voce_Silente  • 13/01/2018 23:01:49

    Io non sono una utilizzatrice seriale dei mezzi pubblici. Ogni tanto la metro che in certi orari diventa decisamente affollato.

    Però, pensando che in alcune occasioni prendo i mezzi, non mi dispiacerebbe pagare con un app sul telefono i biglietti virtuali.
    Un qualcosa come easy park che agganci la carta di credito e ti prende i soldi direttamente da li quando devi pagare una sosta.
    Il biglietto potrebbe essere virtuale e farlo vedere sul cellulare al controllore.
    Per il bip si potrebbe usare NFC dei cellulari.

    Insomma, qualcosa già nel futuro... Intanto che ci siamo.

    Nessuna risposta
  • Giorgio Picchio
    Giorgio Picchio  • 09/03/2018 03:03:17

    Essendo abbonato GTT mi preme informarla che anche le "bippatrici" oltre alle "obliteratrici" sono obsolete e non funzionanti.
    Poi seguendo la sua proposta di mettere il "conducente controllore" con ingresso dalla porta anteriore, si farebbe scomparire una categoria di utenti che affolla i nostri mezzi pubblici, quella dei cosi detti turisti " PORTOGHESI" , che sono spesso la maggioranza , si veda linea 4 jumbo Tram.
    Dimenticavo che l'autista- controllore sul JUMBO è irraggiungibile nella sua dorata cabina . Quindi forse sarebbe necessario il bigliettaio - armato o accompagnato da un Robot che vigili sulla sua sicurezza.

    Nessuna risposta
  • Mcbarros
    Mcbarros  • 05/02/2018 16:25:58

    Confermando la ottima idea di utilizzare autisti/bigliettai e bippaggio obbligatorio vorrei dire che dovendo utilizzare i bus negli ultimi giorni ho verificato mio malgrado che il bippaggio è eseguito non più che da 1 su 3 utenti e degli altri il timore che non paghino proprio è assai elevato. Consiglierei alla Amministrazione Comunale e a GTT di iniziare una sperimentazione al più presto almeno su poche linee.

    Nessuna risposta
  • audax
    audax  • 30/01/2018 15:49:10

    Condivido pienamente la proposta di far accedere al mezzo pubblico solo chi bippa, mi pare l'unica soluzione da paese civile. Sperimentata in prima persona ad Amsterdam con mezzi pubblici da sogno, puntuali, puliti, veloci. è anche l'unica via per risollevare i destini della GTT...

    Nessuna risposta
  • Mcbarros
    Mcbarros  • 17/01/2018 12:00:20

    Proprio questa mattina ho letto di numerosi controlli utili ad impedire i passaggi gratuiti sui mezzi pubblici. Questa è cosa buona e giusta ma dobbiamo ribadire in tanti che la strada è il ripristino del bigliettaio o meglio ancora prendere ad esempio quanto avviene in altre zone d'Europa e del Mondo o d'Europa.

    Nessuna risposta
  • Mcbarros
    Mcbarros  • 29/12/2017 11:20:00

    Un paio di anni fa andai ad Amsterdam per turismo e lo feci utilizzando i mezzi pubblici assolutamente all'altezza della città olandese. Li si bippa sia in salita che in discesa, cosa che serve per calcolare le distanza utili e i chilometri per passeggero e per linea. Naturalmente si sale solo davanti e l'autista può erogare il biglietto a prezzo maggiorato sul bus e NON PARTE SE NON SI BIPPA TUTTI !! Questo costringe inevitabilmente a porre in condizione di soggezione chi non vuole pagare! Prendere esempio e provare a copiare è assai utile !

    Nessuna risposta
  • Gregorio
    Gregorio  • 27/12/2017 11:21:59

    Sono d'accordo, su alcune linee come il 19 mi pare che almeno la salita/discesa sia stata regolamentata in via sperimentale.
    La salita dalla porta anteriore e la discesa da quelle posteriori, la timbratura anche degli abbonamenti e per tutti i cambi mezzi (in alcuni Paesi si timbra anche in uscita), la possibilità di acquistare biglietti a bordo e il controllo dell'obliterazione da parte dell'autista dovrebbero essere prassi ormai scontate nelle grandi città come Torino.
    E' spiacevole dirlo ma a questi cambiamenti, soprattutto all'emissione di biglietti a bordo ed al relativo controllo, sono stati spesso gli stessi autisti ad opporsi.

    Nessuna risposta