DecidiTorino

Prevenzione a tavola

  2 Commenti  •  03/12/2017  •  Alessandra

Il tema della prevenzione in questi ultimi anni è stato sottovalutato portando ad un aumento nella popolazione di malattie. La prevenzione inizia a tavola e da Biologa nutrizionista mi piacerebbe far conoscere i benefici cha ha una sana alimentazione sulla salute.

Non sono d'accordo 20%
10 voti

Ampliamento del Parco Ruffini

  8 Commenti  •  01/12/2017  •  Gregorio

Buonasera,

leggo con piacere che in questi giorni sono stati finalmente avviati alcuni lavori di riqualificazione del Parco Ruffini. Colgo l'occasione per proporre l'ampliamento del parco tramite l'annessione al medesimo del distaccamento abbandonato della Caserma Cavour di Corso Brunelleschi, oggi parzialmente utilizzato per ospitare il CIE.

L'area è di proprietà del Demanio Militare, il Comune potrebbe aprire un tavolo per discutere la cessione alla Città, a titolo gratuito o a prezzo simbolico, in parte come compensazione alla presenza del CIE ma soprattutto perché l'area restante è completamente abbandonata a se stessa ed in preda alla vegetazione (ormai si può definire una "zona forestale").

Per migliorare la fruibilità pedonale del "nuovo parco" si potrebbe chiudere al traffico la carreggiata ovest di Corso Brunelleschi (tratto Corso Trattati di Roma - Via Monginevro, lasciando l'accesso carrabile ai pochi residenti) in questo modo la parte centrale del viale (tratto Corso Monte Cucco - Via Monginevro, già oggi pedonale/ciclabile) sarebbe perfettamente integrata nel parco. Contemporaneamente si potrebbe istituire il doppio senso di marcia nella carreggiata est. La perdita di posti auto potrebbe essere compensata creando nuovi parcheggi della zona pedonale oggi esistente, l'impatto sarebbe comunque minimo rispetto al complessivo incremento dell'area verde.

Non entro nel merito del CIE perché c'è già un dibattito aperto, l'eventuale chiusura (la vedo difficile) aumenterebbe ulteriormente la superficie del parco ma la permananza non la vedo ostativa alla realizzazione dell'opera nella restante parte dell'area.

Non sono d'accordo 25%
24 voti

100% corsie preferenziali

  9 Commenti  •  30/11/2017  •  Gregorio

Buonasera,

propongo la progressiva estensione delle corsie preferenziali per il trasporto pubblico con l'obiettivo di raggiungere il 100% della copertura, almeno nella tratta urbana.

Ritengo che la copertura totale delle linee tramite corsie preferenziali sia un traguardo realisticamente realizzabile in due anni, soprattutto perché molto economico. Non sarebbero infatti necessari costosi interventi infrastrutturali, in fondo "basterebbe" solo tracciare una linea gialla, possibilmente provvista di un cordolo che impedisca l'invasione della corsia. Sicuramente un intervento del genere comporterebbe l'eliminazione di molti parcheggi, la riduzione delle carreggiate per il traffico privato oppure la diminuzione del "passaggio" in vie commerciali, si dovrebbe quindi presentare alle Circoscrizioni un piano e una data limite di realizzazione affinché abbiano il tempo di discuterne ed eventualmente proporre percorsi alternativi, purché lineari e sensati rispetto alle esigenze di trasporto.

L'operazione, oltre ad efficientare gli spostamenti, avrebbe anche un alto impatto a livello di immagine, Comune e GTT trasmetterebbero ai cittadini un chiaro messaggio sulla ferma volontà di considerare davvero prioritario il trasporto pubblico.

Non sono d'accordo 19%
37 voti

Riduzione degli sprechi: installazione contatori acqua

  13 Commenti  •  30/11/2017  •  Gregorio

Buonasera,

propongo l'installazione dei contatori dell'acqua in tutte le singole unità abitative. Il costo medio di un singolo contatore analogico è di circa € 200 IVA e manodopera inclusa, inoltre scegliendo un unico installatore per l'intero condominio c'è la possibilità di trattare sul prezzo. Credo sia un costo sopportabile per ogni famiglia, ammortizzabile con i risparmi conseguiti nel tempo. Il pagamento a consumo effettivo stimolerebbe un uso più responsabile dell'acqua (soprattutto in periodi di siccità come gli ultimi mesi) ed eviterebbe di vedersi addebitare gli sprechi altrui nel consuntivo delle spese condominiali, una spiacevole situazione purtroppo molto diffusa.

Il Comune potrebbe avviare una campagna di sensibilizzazione dei cittadini in favore dell'installazione oppure essere promotore di tale misura presso gli Enti competenti affinché la stessa sia resa obbligatoria.

Non sono d'accordo 20%
25 voti

Se l'aria inquinata uccide i nostri bambini dobbiamo cambiare lo stile di vita.

  4 Commenti  •  30/11/2017  •  Marco

Gli insegnanti sanno bene quanto l'inquinamento danneggi i polmoni, cuori e cervelli dei nostri figli. Sanno anche, purtroppo, che il loro sviluppo cognitivo si riduce, come la loro capacita' di  concentrarsi ed esercitarsi.

Come possiamo lasciare una assenza di regole, come è possibile che il nostro governo non legiferi al riguardo?

Come possiamo invitarli a passeggiare fino a scuola o a raggiungerla in bicicletta facendo finta di nulla?

Quello che si prova è un senso di abbandono e frustrazione. Perdita di fiducia nel prossimo e nella capacità del potere democratico di migliorare le nostre vite.

Perché utilizziamo la macchina per fare brevi tratti? Vogliamo esibire fino di fronte ai cancelli scolastici la nostra nuova vettura? Perché nelle nostre società dominano gli individui più egoisti e antisociali?

Siamo immersi nell'inquinamento sopra i limiti di legge, solo coloro che possono permettersi di vivere in quartieri con un po' più di verde se la scampano.

Io credo che dovremmo vietare la circolazione ed il parcheggio vicino alle scuole per evitare di far crescere i nostri figli in una nuvola di veleno.

Non sono d'accordo 25%
33 voti

Ridurre lo spreco dell'acqua: rendere i "turet" dei rubinetti temporizzati

  13 Commenti  •  30/11/2017  •  Andrea Mastroluca

L'estate appena trascorsa ci ha mostrato, nuovamente, quanto sia fondamentale evitare lo spreco d'acqua. L'assenza cronica di pioggia (nonchè della neve nei periodi invernali) sta provocando continui periodi di siccità, da ormai diversi anni. Nella nostra città i "turet" sono un elemento importante di arredamento urbano e di tradizione. Inoltre, la loro acqua è utile per anziani e bambini durante le torride giornate estive, se non addirittura necessaria per coloro che, indigenti, necessitano di acqua potabile gratuita.

Pertanto, la mia proposta è la modifica del meccanismo di emissione dell'acqua di tutti i "turet" della città, con l'inserimento del comando a pulsante, tipico dei rubinetti temporizzati. Questa soluzione permetterebbe di mantenere inalterata la tradizione e l'utilità dei "turet", ottendendo allo stesso tempo una drastica riduzione dello spreco di acqua potabile. Per di più, ritengo che sarebbe un segnale che servirebbe da monito e da esempio per tutti i cittadini che sprecano ancora troppa acqua nelle proprie abitazioni.

 

Non sono d'accordo 41%
54 voti

Chiusura del CIE di Via Mazzarello

  Senza commenti  •  01/12/2017  •  Gregorio

Buongiorno, 

propongo la chiusura del CIE di Via Santa Maria Mazzarello. Non entro nel merito dell'efficacia del centro perché non ho elementi per giudicare, non contesto nemmeno la sua apertura perché vivere in una comunità come una metropoli comporta anche condividerne i disagi. Mi limito a dire che è ormai aperto da molti anni (credo 17) e che i cittadini di Pozzo Strada e Borgata Lesna hanno sopportato tutti i disagi conseguenti in questo lungo periodo. Sarebbe quindi ora di valutarne la chiusura definitiva o almeno lo spostamento in altri quartieri, magari nuovamente in caserme o aree industriali dismesse.

Non sono d'accordo 74%
19 voti

Albero di Natale Verde

  Senza commenti  •  30/11/2017  •  Enrico Mosca

Premetto che l'albero in Piazza Castello mi piace molto.

Propongo l'acquisto di un albero verde (sintetico) come quello gia presente a Porta Nuova.

Potrebbe essere posizionato ad esempio in Piazza Vittorio.

Proponete pure dove e come potrebbe essere questo albero.

La mia idea (sebbene utopica e costosa) sarebbe di rendere una delle piazze auliche di Torino come il Rockefeller Center di NewYork: l'albero e un palco su cui ospitare vari eventi legati al Natale.

Inoltre si potebbe fare ogni anno una gara in cui vari artisti (e cittadini (?)) propongono vari progetti di come addobbare e illuminare l'albero.

Non sono d'accordo 48%
23 voti

Mancanza di trasparenza - sostituzione dell'Assessore

  1 commento  •  30/11/2017  •  Maurilio Pavese

Ogni anno l'educativa emette una circolare, non prettamente interna, a firma del dirigente, per regolare l'accesso alla scuole dell'infanzia, contenente notizie utili e necessarie alle famiglie.

Questa circolare non viene resa pubblica in quanto l'Assessore alle scuole Federica Patti si dice contraria perchè la maggior parte (e quindi non tutte) delle notizie sono riportate tra modulistica e informativa, e che lo stile del portale educativa (ma si può usare altro) non prevede la pubblicazione di circolari (ne hanno una in home page).

Ritenendo che la pubblica amministrazione dovrebbe avere tra le priorità principi quali la trasparenza ecc., si chiede la sostituzione dell'Assessore alle scuole.

Non sono d'accordo 57%
30 voti

Più rastrelliere biciclette

  5 Commenti  •  28/11/2017  •  Enrico Mosca

Con l'aumentare dei servizi di bike sharing e di bici private come soluzione alternativa all'uso della macchina, chiedo se è possibile aumentare il numero di rastrelliere e di aree adibite al parcheggio delle biciclette. Questo sarebbe anche utile per coloro che, utilizzando il bike sharing, sono obbligati a depositarle in queste aree, pena una sanzione. 

Se è possibile inoltre proporrei che queste aree siano meglio segnalate con appositi cartelli o speciali "totem" come quelli nelle stazioni TObike, per renderle più visibili. 

Inoltre in questo modo si incentiverebbe di più il cittadino all'uso della bici.

Non sono d'accordo 7%
76 voti

possibilità di denunciare anche in via telematica infrazioni

  8 Commenti  •  28/11/2017  •  Alex Effe

molte, troppe volte assisto impotente a guidatori scorretti e arroganti che posteggiano l'auto dove gli pare infischiandosene del codice della strada ma soprattutto delle persone . Dato che mettersi in contatto con i vigili è un'impresa piu' che ardua sarebbe utile creare un'app o una piatttaforma apposta per DENUNCIARE l'inciviltà e la maleducazione ormai troppo presente nelle nostra strade.

Non sono d'accordo 15%
55 voti

Un nuovo Museo a Torino, diverso e utile

  6 Commenti  •  29/11/2017  •  lino.74

Buongiorno a tutti.

Riflettendo sui benefici che porta l’Arte nelle zone di periferia (riqualificazione di zone degradate e maggiore attaccamento dei cittadini al proprio quartiere) ed essendo un assiduo frequentatore di tutti i Musei torinesi, mi è venuta in mente la creazione di un nuovo Museo a Torino che potrebbe chiamarsi MIM ovvero "Museo dell’Immigrazione e della Multiculturalità", posto nelle zone periferiche di Torino come ad esempio, quello di Ettore Fico, in Barriera di Milano, che sta avendo ottimi consensi (tempo fa un amico architetto mi disse che il vero successo del Museo è stata l'idea di farlo in quella zona).

Lo scopo di questo museo dovrebbe essere quello di favorire lo scambio e la conoscenza delle diverse culture presenti in città, capire i percorsi dei flussi migratori, la condizione socio-ecomica-storica  presente nei vari paesi nel momento in cui le popolazioni hanno deciso di lasciare la propria terra, conoscerne gli usi, i costumi, la loro musica e loro cucina.

Dividerei  gli spazi per aree geografiche dedicate (Europa, Africa, Asia e Americhe) dove si affrontano di volta in volta questi temi con installazioni video e materiale proveniente dai vari Paesi.

Per rendere “vivo” il museo, farei delle sale dedicate all’audizione (dove possono parteciparvi seminari informativi di vario genere, o testimonianze dal vivo di immigrati che raccontano la propria storia) e, come in altri musei, un’area ristorazione dove, oltre che creare un momento di svago e nuovi posti di lavoro, si possono fare dei menù degustazione relativi alle cucine delle etnie in questione: dev’ essere interessante saltare, in un unico menù da un paese all’ altro dello stesso continente e, magari servito da un rappresentante dell'etnia in questione, ascoltare l'origine e la storia di quel piatto!

Il materiale sparso per i vari enti della città c'è, si tratterebbe di accentralo tutto in un unico luogo, penso che trovare i finanziamenti privati non sia difficile (Fondazioni bancarie varie, e/o dare in gestione il ristorante che deve però rispettare dei valori etici e applicare prezzi popolari), di fabbricati in zona con costi vicino allo zero ce ne sono e potrebbe essere un bel modo per:

1- Dare alla città un Museo nuovo

2- Riqualificare un quartiere 

3- Creare dei posti di lavoro

4- Riappacificare e avvicinare le varie culture di Torino che si devono unire anzichè dividere.

 

Grazie per l'attenzione.

Non sono d'accordo 42%
24 voti

Husky Ciccioni in giro per Torino

  7 Commenti  •  29/11/2017  •  Didu

Buongiorno concittadini, 

a seguito di un video che mi è apparso su Facebook riguardante degli husky cuccioli e ciccioni che zompettano qua e la, ho pensato che potremmo comprarne tanti e metterli in giro per Torino. 

Sicuramente aumenterebbero la felicità dei Torinesi e allevierebbero lo stress della vita quotidiana, con la possibilità di coccolarli e pacioccarli ogni volta. 

Dove pensate andrebbero messi? E come facciamo a decidere i nomi tutti insieme?

Ringrazio per l'attenzione, saluti

Didu

Non sono d'accordo 45%
43 voti

Ricarica Cellulare

  10 Commenti  •  28/11/2017  •  Enrico Mosca

Propongo di inserire ad ogni fermata dei pullman delle prese usb con cui ricaricare i cellulari durante l'attesa dei mezzi pubblici.

In altre città d'Europa esistono già (es Edimburgo). Sarrebbe bello che anche nella nostra città sempre più smart ci fosse questa possibilità.

Inoltre si potrebbero aggiungere anche sui mezzi stessi. Ritengo sia un valore aggiunto per tutti coloro che, come me, si spostano in città prevalentemente sui pullman/tram.

 

Non sono d'accordo 30%
50 voti

Mozziconi di sigarette

  3 Commenti  •  28/11/2017  •  Alida

più di una volta ho segnalato "garbatamente ", che è reato buttare per strada le cicche di sigarette. La risposta è sempre questa: dove la butto ..non posso mica mangiarla?? 

Allora ritengo necessario apporre sopra o sotto i cestini della raccolta indifferenziata,sparsi x le strade, dei piatti contenenti sabbia con cartello frecce indicative ( cicche qui).

Non sono d'accordo 22%
41 voti

Basta proprietari di cani maleducati che sporcano, adesso smascherati e multati

  7 Commenti  •  27/11/2017  •  lino.74

Manco farlo apposta trovo un dibattito simile al mio fatto poco fa da Alida, in realtà avevo preparato tutto già prima e l'avevo portato alla presentazione della piattaforma questa mattina pensando che ci fosse lo spazio per discuterne, visto che la mia soluzione è diversa la scrivo lo stesso:

Io suggerisco di portare a Torino un metodo che in altre città sta in gran parte risolvendo il problema delle deiezioni canine lasciate da proprietari maleducati che, oltre che sporcare i marciapiedi, sporcano anche i parchi frequentati  da bambini.

Prendendo spunto da una sperimentazione che in un quartiere di Napoli ha portato alla riduzione del 70% delle deiezioni in strada, anche nel Comune di Malnate (Varese) l’Amministrazione ha deciso che entro il 31 dicembre, tutti i possessori di cani residenti nel comune hanno l’obbligo di effettuare il test del DNA al proprio animale tramite prelievo di campione salivare. 

Tali informazioni consentiranno, una volta completata la banca dati, di risalire al proprietario maleducato e di sanzionarlo.

Non si tratta di una procedura difficile, basterà avere un regolamento, un laboratorio, e il gioco è fatto: una volta capito che non la si fa’ franca, pena una multa, tutti i proprietari dei cani saranno più accorti nel lasciare pulito il marciapiede o il parco così come l’hanno trovato. 

I costi non esagerati: sarà di circa 20/25 euro a testa ma, nel Comune di Malnate, la campagna per il prelievo del DNA sarà pagata, oltre che dalle sanzioni, anche dalla ditta che cura la raccolta della spazzatura poiché, a regime, ci sarà un risparmio anche per loro. 

Oggi, ogni uscita straordinaria per raccogliere le deiezioni in strada distoglie un operaio dal normale turno di pulizia mentre, con la riduzione delle deiezioni dei cani sui marciapiedi, sarà la stessa azienda a risparmiare tempo e lavoro.

Concludo riepilogando i vantaggi:

-    Città più pulita

-    Maggiore crescita del senso civico dei cittadini

-    Vantaggio per proprietari onesti: quest'ultimi si troveranno gratuitamente in possesso della mappatura genetica del loro animale: informazione utile sia per definire il pedigree o le razze di provenienza dei meticci, sia per risalire e prevenire l’insorgere di malattie genetiche.

Non sono d'accordo 17%
37 voti

Lavaggio strade contro le polveri sottili

  2 Commenti  •  28/11/2017  •  Alida

Ho sempre pensato che il passaggio delle auto sulle strade contribuisse ad alzare le polveri sottili (pm10 e pm2,5) ad altezza uomo/bimbo. 

Allora potremmo aiutare l'abbattimento delle polveri bagnando le strade ed evitanto il riciclo? 

Certo e' un piccolo contributo, ma sempre utile. 

A tal fine si potrebbero dotare i camion della raccolta rifiuti di contenitori a perdere ..pienidi acqua alla partenza dal deposito...passando bagnano le strade.

Non sono d'accordo 35%
32 voti

Hunger Games tra circoscrizioni

  11 Commenti  •  27/11/2017  •  Didu

Buonasera a tutti i Torinesi, 

volevo sottoporre ai concittadini una proposta volta ad introdurre un evento che richiama il celebre film "Hunger Games". 

Ogni circoscrizione dovrà presentare due tributi (residenti nella circoscrizione stessa) da far gareggiare tra di loro e dunque stabilire quale sia la circoscrizione migliore. Pongo due quesiti:

1) Volevo dunque domandarvi quali pensate siano le gare che possano determinare in questa circostanza quale sia la circoscrizione migliore e dunque premiarla?

2) Inoltre, quale pensate siano i tipi di premi che dovranno essere erogati e a chi?

Attendo un cordiale riscontro e mi auspico si possa generare un dibattito costruttivo ed educato, saluti

Davide

 

Non sono d'accordo 26%
63 voti

Sensibilizzazione raccolta deiezioni animali

  4 Commenti  •  27/11/2017  •  Alida

Sensibilizzare i proprietari di cani a raccogliere le deiezioni dei propri animali. Occorre porre ogni 50mt l'apposito contenitore con bustine necessarie alla raccolta.

Non sono d'accordo 27%
30 voti

DecidiTorino

  8 Commenti  •  27/11/2017  •  DecidiTorino

Ascoltare, coinvolgere, dare un'opportunità a tutti e tutte di far sentire la propria voce e proporre le proprie idee. Questo è DecidiTorino, per una Amministrazione più efficiente, più aperta e trasparente.

La sezione dibattiti vuole essere per tutti uno stimolo a partecipare attivamente a progettare la città che vogliamo. Potete inserire commenti a questo messaggio o aprire nuovi temi con le vostre idee e i vostri suggerimenti.  Basta registrarsi alla piattaforma seguendo le semplici istruzioni presenti alla voce 'registrarsi', in alto a destra:  potete anche farlo usando le vostre credenziali dei più diffusi social network.

Nei Progetti, troverete man mano, idee e spunti su cui la Città vuole riflettere per arrivare a formulare dei progetti concreti.

Infine, nei prossimi giorni tutti e tutte potranno formulare proposte, discuterle, commentarle ed appoggiarle.

Non sono d'accordo 32%
32 voti

Aiuto sui dibattiti

Crea un tema sul quale dibattere su qualsiasi argomento che intendi condividere con gli altri abitanti della tua città.

Per creare un dibattito è necessario registrarsi su DecidiTorino

I dibattiti possono essere valutati utilizzando i pulsanti Sono d'accordo o Non sono d'accordo che si trovano accanto a ciascuno di essi. Puoi anche valutare i commenti che sono già stati proposti.

Vi ricordiamo che l'area dibattiti è una zona di libera discussione tra utenti. Per formulare proposte di cui la Città si impegna a valutare tecnicamente la fattibilità, anche in termini di risorse, sarà prossimanente attiva, non appena approvate le regole di partecipazione, la sezione proposte dove potranno essere formulate idee e progetti da commentare ed appoggiare.

Il titolo e il testo dei dibattiti che hanno ricevuto almeno 1 appoggio, non potranno più essere modificati dal proponente.