DecidiTorino

Studiamo l'inquinamento dell'aria in TOTO e non solo le PM10

  1 commento  •  08/02/2018  •  Voce_Silente

7 febbraio 2018: PM10 a Torino 30 (limite 50). Aria sotto i limite di legge in tutta la zona anche i giorni prima.

http://www.arpa.piemonte.gov.it/approfondimenti/temi-ambientali/aria/aria/semaforo-qualita-dellaria-pm10

7 febbraio 2018: visione dello smog ad occhio nudo catastrofico. 

(FOTO DI ESEMPIO, DI DATA DIVERSA: https://media-cdn.tripadvisor.com/media/photo-s/0e/16/7c/dd/veduta-verso-torino-nascosta.jpg) Dunque, la smettiamo di misurare solo le PM10 e andiamo a misurare tutte le sostanze tossiche in sospesione e vediamo un po' di capire da dove viene?

Magari dalla pioggia: se notate sabato, domenica, e mi pare lunedì ha piovuto. e anche se le pm10 son basse, lo smog è bello alto. Non è che dopo la pioggia si accumulano? O  forse la nebbia: visto che si condensa attorno alle particelle potrebbe ammassarle in qualche modo.

 

Quidi, io chiedo uno studio scientifico SERIO di analisi dello smog della città in TOTO. Già analizzano la nebbia della val padana e indovinate che roba trovano (intanto liquida la nebbia diventa nera).

Poi, cerchiamo di CAPIRE e ANALIZZARE da dove si creano queste sostanze.

E infine, cerchiamo la miglior soluzione. Ma smettiamola con questa una pm10, e andiamo oltre guardando lo schema completo.

Lo smog ci uccide... non possiamo ignorarlo come hanno fatto per anni con il fumo passivo.  

Non sono d'accordo 0%
20 voti

MULTE A CHI USA IL CELL IN AUTO

  11 commenti  •  24/10/2018  •  Mcbarros

Da circa un triennio utilizzo la bicicletta per gli spostamenti cittadini e posso direi certificare quanto sia pericolosissimo incrociare auto con autisti distratti dall'uso del cellulare. Chiedo a questa Amministrazione e alle Autorità comptenti di inviare mezzi a due ruote (biciclette, motociclette) della Polizia Municipale per elevare le sacrosante multe a chi si distrae al volante. Sta diventando una scelta epidemica e chiedo le opportune azioni di dissuasione.

Non sono d'accordo 9%
12 voti

Un evento a costi ridotti

  Nessuna commento  •  09/07/2019  •  michele schiavino

Esiste un evento che non causa molte emissioni, come olimpiadi ed universiadi (regole cio impomgono nuove strutture anche se le esistenti funzionano). Che non costa più di tanto evitando che aumenti il debito del territorio che lo organizza, che avrà attenzione mediatica internazionale  lo stesso. Sto parlando di un incontro ispiratomi dalllla giornalista scrittrice Giuditta dembech e dal leader buddista Daisaku Ikeda, grazie ai loro insegnamenti che si possono abbattere i muri con il dialogo. parlo di far incontrare il governo della Repubblica Popolare Cinese e il Dalai Lama. Perché cina e Tibet possono convivere. Ne sono così sicuro, che sono disponibile a metterci la faccia facendo personalmente da mediatore. Michele Schiavino

Non sono d'accordo 100%
1 voto

Città inquinata

  1 commento  •  30/01/2018  •  Mauro

Leggo e sento in tv che Torino è la città piu' inquinata da polveri sottili. Forse ci sarebbe una soluzione, mettere nei tanti parchi che abbiamo in città una serie di grandi pale eoliche, che oltre a produrre energia per la città, provocano un tale spostamento d'aria ché le polveri automaticamente spariscono.

Non sono d'accordo 87%
15 voti

Parcheggiatori e venditori abusivi

  4 commenti  •  19/12/2017  •  Luciano Paganotto

Inutile dire che ad oggi sono una delle piaghe della città. Portapalazzo, lungo po, borgo dora, corso san maurizio!! Una volta lo facevano solo su piazze libere e nei parcheggi gratis, ad oggi anche in quelli a pagamento! 

Io da automobilista o pago il parcheggiatore o pago il comune! La differenza? Il comune non mi vandalizza l'auto se non lo pago!!! 

Altro punto scandaloso solo i venditori abusivi in tutta l area di via garibaldi e vie limitrofe.

I negozianti pagano fior di tasse per ritrovarsi l abusivo che vende borse false a due metri dal suo negozio?? Assurdo.

Cerchiamo di migliorare i controlli in ottica di combattere questi fenomeni. Cerchiamo di no  diventare  come Milano i  questo senso dove abusivi e parcheggiatori sono padroni!

Non sono d'accordo 5%
42 voti

MA un MAXISCHERMO per la PALLAVOLO ???

  Nessuna commento  •  25/09/2018  •  Garibaldo

Buongiorno Governo Cittadino, ma NESSUNO ha pensato a un MEGASCHERMO per i MONDIALI di PALLAVOLO ??? visto il successo della manifestazione basterebbero alcuni televisori sparsi qui e la per le piazze ! ! !

Non sono d'accordo 25%
12 voti

chi vuole CRISTIANO RONALDO a TORINO

  Nessuna commento  •  05/07/2018  •  Garibaldo

 CRISTIANO RONALDO a TORINO, quindi in PIEMONTE e quindi in ITALIA

Non sono d'accordo 45%
9 voti

abbonamenti GTT

  2 commenti  •  27/09/2018  •  nino

Sono d'accordo alla chiusura del centro alle auto estenderei il più possibile le zone pedonali .Dobbiamo rendere le città più vivibili e una delle soluzioni è favorire l'uso del mezzo pubblico .Ma per fare questo biogna anche renderlo competitivo e assolutamente conveniente.Gia l'dea del biglietto giornaliero a 3€ la ritengo eccezzionale ,buona ma inviterei a spingersi anche agli abbonamenti che non devono essere in base all' ISEE in quanto non è che il ricco inquina più del povero (poi non prendiamoci in giro in Italia non sempre un ISEE basso corrisponde ad un povero basta vedere le dichiarazioni dei redditi dei professionisti o gli articoli dei giornali dove i titolari di gioellerie dichiarano meno delle commesse quindi hanno un ISEE inferiore) se vogliamo favorire lìuso dei mezzi pubblici e fare abbonamenti (quindi diminuisci anche  gli evasori dei biglietti) devi far pagare un prezzo politico favorendo abbonamenti aziendali dove l'azienda si accolla parte della spesa oppure ai 65 enni dare a tutti, appena compiuto gli anni, un abbonamento annuale a prezzi simbolici   esempio 120€ annui. (10 € mese) sono certo che GTT incasserebbe di più perchè lo farebbero tutti ricchi e poveri ,così anche il ricco prende l'autobus e non va in centro in auto ad inquinare..

Non sono d'accordo 24%
13 voti

Buona sera ragazzi, mi sono trasferito a Torino da 1 anno e...

  Nessuna commento  •  10/05/2019  •  Lucaluca

Sto prendendo la patente qua a Torino, e non ho capito bene la svolta a sinistra quando è consentita a un incrocio con semaforo...Da come ho capito se non c'è il controviale la svolta a sinistra è sempre consentia? 

Non sono d'accordo 0%
Nessun voto

Macchine elettriche

  5 commenti  •  19/12/2017  •  MATTEO

Buongiorno a tutti

Secondo me mettendo colonnine per macchine elettriche Bluetorino davanti scuole asili nidi parco giochi ecc ecc facilita sicuramente la vita di chi usa questo servizio quindi piu colonnine in città e per il car scharing car go o enjoy si dovrebbe allargare di più arrivando in comuni limotrofi a torino e avere una copertura totale su torino.

Non sono d'accordo 9%
12 voti

Biglietto elettronico con integrazione bike sharing

  4 commenti  •  21/12/2017  •  Fabio Nota

Spero che uno degli obbiettivi a breve termine dell'amministrazione sia quello di inserire finalmente un biglietto elettronico, da fornire (o quasi) a tutta la popolazione, unico per ogni tipo di mezzo pubblico, in modo da eliminare l'evasione di chi non ha fatto in tempo a capire dov'è, cercare un tabacchino, sperare che sia aperto, comprare il biglietto e correre alla fermata del bus. Sarebbe anche un sogno vedere integrato nella Carta dei Trasporti la possibilità di utilizzare il bike sharing [TO]Bike.

Non sono d'accordo 5%
22 voti

Basta proprietari di cani maleducati che sporcano, adesso smascherati e multati

  7 commenti  •  27/11/2017  •  lino.74

Manco farlo apposta trovo un dibattito simile al mio fatto poco fa da Alida, in realtà avevo preparato tutto già prima e l'avevo portato alla presentazione della piattaforma questa mattina pensando che ci fosse lo spazio per discuterne, visto che la mia soluzione è diversa la scrivo lo stesso:

Io suggerisco di portare a Torino un metodo che in altre città sta in gran parte risolvendo il problema delle deiezioni canine lasciate da proprietari maleducati che, oltre che sporcare i marciapiedi, sporcano anche i parchi frequentati  da bambini.

Prendendo spunto da una sperimentazione che in un quartiere di Napoli ha portato alla riduzione del 70% delle deiezioni in strada, anche nel Comune di Malnate (Varese) l’Amministrazione ha deciso che entro il 31 dicembre, tutti i possessori di cani residenti nel comune hanno l’obbligo di effettuare il test del DNA al proprio animale tramite prelievo di campione salivare. 

Tali informazioni consentiranno, una volta completata la banca dati, di risalire al proprietario maleducato e di sanzionarlo.

Non si tratta di una procedura difficile, basterà avere un regolamento, un laboratorio, e il gioco è fatto: una volta capito che non la si fa’ franca, pena una multa, tutti i proprietari dei cani saranno più accorti nel lasciare pulito il marciapiede o il parco così come l’hanno trovato. 

I costi non esagerati: sarà di circa 20/25 euro a testa ma, nel Comune di Malnate, la campagna per il prelievo del DNA sarà pagata, oltre che dalle sanzioni, anche dalla ditta che cura la raccolta della spazzatura poiché, a regime, ci sarà un risparmio anche per loro. 

Oggi, ogni uscita straordinaria per raccogliere le deiezioni in strada distoglie un operaio dal normale turno di pulizia mentre, con la riduzione delle deiezioni dei cani sui marciapiedi, sarà la stessa azienda a risparmiare tempo e lavoro.

Concludo riepilogando i vantaggi:

-    Città più pulita

-    Maggiore crescita del senso civico dei cittadini

-    Vantaggio per proprietari onesti: quest'ultimi si troveranno gratuitamente in possesso della mappatura genetica del loro animale: informazione utile sia per definire il pedigree o le razze di provenienza dei meticci, sia per risalire e prevenire l’insorgere di malattie genetiche.

Non sono d'accordo 15%
42 voti

PIU' EUROPA - oppure - MENO EUROPA

  9 commenti  •  31/10/2018  •  Garibaldo

Grazie per il contributo (non servono commenti).

Non sono d'accordo 10%
10 voti

Aiuto sui dibattiti

Crea un tema sul quale dibattere su qualsiasi argomento che intendi condividere con gli altri abitanti della tua città.

Per creare un dibattito è necessario registrarsi su DecidiTorino

I dibattiti possono essere valutati utilizzando i pulsanti Sono d'accordo o Non sono d'accordo che si trovano accanto a ciascuno di essi. Puoi anche valutare i commenti che sono già stati proposti.

Vi ricordiamo che l'area dibattiti è una zona di libera discussione tra utenti. Per formulare proposte di cui la Città si impegna a valutare tecnicamente la fattibilità, anche in termini di risorse, è attiva la sezione Proposte dove potranno essere formulate idee e progetti da commentare ed appoggiare.

Il titolo e il testo dei dibattiti che hanno ricevuto almeno 1 appoggio, non potranno più essere modificati dal proponente.