DecidiTorino

Proponi un nome per le linee della rete metropolitana di Torino! Es: La Dora e Il Po

Risposte aperte (23)


È necessario iniziare la sessione o registrarsi per commentare.
  • Davide Olivieri
    Davide Olivieri  • 26/06/2018 13:00:22

    Gianduia e Giacometta sarebbero carine, ma io venderei i diritti di naming di entrambe. ES: Linea Rossa Vodafone e Linea Blu Samsung.

    Poi a ogni fermata si fanno le activation con gli sponsors: ES: fermata Politecnico, si scrive la storia del poli (a partire dallo stadium) o si applicano display connessi con le attività del poli etc... incrementando i ricavi commerciali. ES: fermata Carlo Alberto: si inizia a dare delle informazioni su quelli che sono i musei limitrofi, egizio, risorgimento e cinema. Poi ovviamente le entità private come il può essere Fiat a mirafiori o Il Toro in piazza d'armi posso investire allo stesso tempo in quelle fermate.

    Per favore usate la fantasia e rendete questo servizio il più amato dai cittadini. E soprattutto con tempi di realizzazione non italiani.

      • Federico
        Federico  • 06/07/2018 18:18:31

        Mi piace molto l'idea degli sponsor, ma per niente il nome delle maschere: mi spiego meglio. Un nome deve essere, a mio parere, ben riconoscibile sia da un torinese che da un eventuale turista. Nomi come "Gianduia" e "Giacometta" rischierebbero di confondere solamente chi non è del posto o chi non ha confidenza con i mezzi pubblici.

        Senza risposte
  • Ivan Aliberti
    Ivan Aliberti  • 08/07/2018 20:29:03

    Anche se l'idea di dare dei nomi noti alle stazioni sia affascinante e romantica, anche io credo che sia molto più utile associare le stazioni ai luoghi in cui sono fisicamente ma, magari, a questo punto si potrebbero rinominare proprio questi luoghi dandogli nomi di maggior risalto o significato.
    Sarebbe molto bello dare ad una fermata il nome Gobetti, ad esempio.
    Poi è sicuramente ottima l'idea di associare le linee ai colori cittadini ed anche pensare a delle possibili sponsorizzazioni ma con criterio.
    Grazie di questa opportunità di dar voce ai cittadini qualunque

    Senza risposte