DecidiTorino

Indietro

Metro 2, e se progettassimo anche la Metro 3 in appoggio?

Diego Giacobbi Diego Giacobbi  •  30/09/2018  •    1 commento
Proposta M2 - M3. Il tratto Rebaudengo - Corelli è lo stesso tracciato per la M2
Proposta M2 - M3. Il tratto Rebaudengo - Corelli è lo stesso tracciato per la M2


Codice della proposta: TOR-2018-09-95

Osservando diversi commenti e criticità espresse, avviare il progetto di una M3 da costruire in parallelo includendo quanto detto sulla M2 potrebbe portare ad un'efficienza maggiore e più collegamenti

Leggendo le varie proposte qui ed ascoltando le successive fatte all’incontro del 3/08 dove vennero presentati gli esiti del primo dibattito (e dove partecipai anch’io), era stata fatta presente la criticità per ovvie ragioni della chiusura su sè stessa che la metro farebbe se si seguisse fino a Rebaudengo FS.

Inoltre, nell’intervento che feci all’incontro, essendo che la M2 c’è in progetto di estenderla a nord est fino a San Mauro o Pescarito, avevo proposto il perché di non fare un collegamento people mover (che chiamai volgarmente trenino) tra la M2 e Rebaudengo (ovviamente in sotterranea sul tratto del trincerone attualmente presente); così facendo, entrando in una mentalità di esercizio, la M2 rimarrebbe ottimizzata per garantire un collegamento celere verso l’esterno (senza dispersione di convogli) e il people mover un collegamento rapido ottimizzabile nelle eventuali fasce orarie dove c’è scarsa affluenza di passeggeri su quel tratto.

Partendo da queste ultime parole dette, oltre ad osservare anche i post degli altri utenti presenti qua, e visto che si potrebbe già fare un preludio per una futura nuova linea metro, mi sono chiesto perché non far partire in parallelo già il progetto della M3 oltre alla già in progetto M2?

La cosa diverrebbe naturale in quanto così facendo, si potrebbe già garantire in un colpo due collegamenti diretti uno per San Mauro e l’altro per Pescarito e le interconnessioni necessarie tra SFM e M2 con possibilità di sfruttare già spazi ed infrastrutture presenti o di futuro abbandono successivo.

La M2 potrebbe già dirigersi verso San Mauro senza passare dal trincerone seguendo già le proposte attuali di progetto finora espresse.

La M3 potrebbe osservare il seguente tragitto transitando dal trincerone ferroviario con espansione ad Ovest verso l’attuale stazione SFM Madonna di Campagna GTT, sfruttando parte dell’attuale ferrovia sotto via Stradella con transito su via Breglio (e nel caso anche su via Casteldelfino), mentre a nord est seguire il trincerone con successivo transito sotto via Cravero e piazza Sofia (che funzionerà da stazione d’interscambio con la M2 e il park Sofia) per poi proseguire sotto Strada Settimo verso Pescarito e come deposito la M3 potrebbe sfruttare (spazio e convogli permettendo) l’attuale stazione Dora GTT, con in vista un ipotesi futura di espansione di costruire (come detto per la M2) una struttura anche a Pescarito.

In futuro, la possibile M3 potrebbe poi proseguire verso sud transitando nella parte ovest cittadina in una potenziale ipotesi di tracciato che potrebbe seguire con i dovuti accorgimenti quelli delle attuali linee automobilistiche 2, 75, 62 e 40 fino a piazza Bengasi, garantendo in un colpo solo anche un collegamento con l’Allianz Stadium, il Parco Ruffini e piazza Caio Mario, mentre a nord verso Settimo, ma per quest’ultima parte se ne potrà parlare in un prossimo futuro.

 

Ulteriori approfondimenti

Esempi di sistemi people mover:

https://rail.bombardier.com/en/solutions-and-technologies/urban/people-mover.html

https://rail.bombardier.com/en/solutions-and-technologies/worldwide-projects.html

Perché non far partire in parallelo già il progetto della M3 oltre alla già in progetto M2?

Documenti (0)


È necessario iniziare la sessione o registrarsi per commentare.
  • TheYapy33
    TheYapy33  • 17/10/2018 19:21:53

    Torino necessita di linee di metropolitana vere, con treni grandi e degni di questo nome. Il nostro val è già una metro sottodimensionata, ma ormai ce lo teniamo.
    Un people mover decisamente no, la città dovrebbe pensare un po' più in grande a tutto tondo se intende crescere.

    Nessuna risposta
Questa proposta non ha notifiche.
Non sono state definite milestone